COMMENTI 2007

Dubbi, perplessità, scambi di opinioni

Moderatori: serena, _Lupigi_, Daniele, poggybonzy

Rispondi
Avatar utente
Daniele
Messaggi: 82
Iscritto il: mer lug 13, 2005 19:25

COMMENTI 2007

Messaggio da Daniele » lun ott 22, 2007 23:11

Abbiamo deciso di inserire i commenti per i giochi inviati in questo 2007 già da ora, lasciando fuori i finalisti, per i quali avremo modo di discuetere direttamente in fiera. Per gli altri commenti sintetici, ma sinceri.
Domani speriamo di poter anche inviare la versione inglese.

E' un "servizio" che è molto apprezzato e che anche se ci costa un po' di fatica facciamo sempre volentieri!

Buona lettura e aspettiamo i vostri, di commenti.


(Almost) All roads lead to Rome
Buona la meccanica, ma l'eccessiva lunghezza delle partite ne compromette il divertimento.

Ambaradan
Meccanismo semplice, non molto originale, il grande numero di carte in mano dà molta scelta al giocatore, ma il gioco impne una sola strategia perseguibile.

American Booty
Meccanica del gioco viziata da una preponderanza del fattore casuale.

Around the World
Gioco effettivamente complesso, troppo per questo tipo di prodotto

Atoll
Gioco interessante, modalità di pesca non molto originale, la fase del passaggio ha un piccolo bug (non conviene mai dare la carta giusta), sistema di punteggio interessante.

Boomerang
Gioco non perfettamente aderente al tema e non molto originale, sebbene immediato nel funzionamento e abbastanza coinvolgente.

Chasqui
Gioco con poca interazione tra i giocatori (quasi un solitario) e durata della partita impostata artificialmente.

Corri!
Meccanismo interessante e ben funzionante. Il calcolo del punteggio, tuttavia, non è agevole e deve essere ripetuto ad ogni mossa.

Descent to hades
Il sistema di gestione delle risorse consente, purtroppo, una sola strategia vincente.

Diavola
Gioco con poca interazione tra i giocatori e poca scelta strategica da parte del giocatore.

Domestic Airport
Il gioco troverebbe la sua collocazione ideale su un tabellone. Relegato alle carte rimane in qualche modo “incompleto”

Giramiata
Gioco di corse in cui l’unica opzione strategica è quella di scegliere se giocare una carta a proprio favore o una a sfavore di un avversario.

Grand Tour
Meccanismi di gioco eccessivamente complessi che lasciano poca scelta al giocatore, criterio di punteggio complicato e lungo da calcolare.

Il commesso viaggiatore
Le carte, così come sono state presentate, sono troppo complesse. La casualità gioca un ruolo un po’ troppo elevato.

Il Palio dei Wi-kii
Tabellone di carte ingombrante e scomodo. Poca possibilità strategica da parte del giocatore.

Karma
Nonostante l’ambientazione ironica il meccanismo (tutto basato sulla casualità) doveva essere elaborato meglio.

La maledizione del Tempio
Meccanismi da roleplaying game, che mal si adattano ad un gioco di carte.

Le brughiere di campospino
Gioco per due giocatori, con un tabellone ingombrante e poca profondità tattica.

Phantom in the woods
Scarsa l’interazione tra i giocatori e basso anche il controllo sul gioco.

Round trip
Meccanismi decisamente semplici che dovevano essere sviluppati di più

Sarakon
Gioco estremamente lungo e complesso per il genere e per i meccanismi proposti

Sunshine returns
Il gioco proposto non rispondeva minimamente al tema del concorso

Tahiti
Gioco un po’ troppo astratto. Nonostante il meccanismo funzioni risulta piuttosto cervellotico, a detrimento del divertimento.

Tempus Fugit (Ricci - Massagrande)
Gioco di combattimenti con meccanismi semplici ma poco intriganti. Un po' limitate le scelte tattiche.

Tempus Fugit (Polloni)
Meccanismi da roleplaying game, che mal si adattano ad un gioco di carte. Poca possibilità strategica da parte del giocatore.

The lighthouses of Bermuda
Il gioco proposto non rispondeva minimamente al tema del concorso.

Trans Siberia
Meccanismi funzionanti ma che avrebbero richiesto un maggiore sviluppo.

Travelling Around Taiwan
Meccanismi un po' troppo complessi e partite tendenzialmente troppo lunghe.

VI continente
I dadi, indispensabili in questo prototipo, non sono ammessi nel bando di concorso

Viaggiatori e pigri
Gioco in cui più di metà delle carte servono solo a segnare i punti; il meccanismo di aste è potenzialmente promettente, ma essendo stato piegato al tema del concorso (il viaggio), risulta poco intuitivo per i giocatori, a scapito della fluidità della partita.

Ze Alien
Il gioco è fuori tema, nonostante il tentativo di inserirci, in modo troppo posticcio, i viaggi dei giocatori. Ad ogni modo è veloce e divertente.

Rispondi