[Ruolimpiadi] Le Cinque Giornate - Immondi di B&B

Discussioni 2007

Moderatori: Agente D, Agente D^2, Agente V, Minokin

Bloccato
Avatar utente
Maeglin
Messaggi: 60
Iscritto il: mar ott 25, 2005 19:53

[Ruolimpiadi] Le Cinque Giornate - Immondi di B&B

Messaggio da Maeglin » mer ott 31, 2007 11:21

Un grido corre per le strade di Milano: “Vienna è insorta!”
Se persino la capitale dell’Impero ha osato ribellarsi, questo è il momento propizio per la liberazione del Lombardo-Veneto. La popolazione, già insofferente per le crescenti tassazioni, scende in strada, edifica le barricate e carica i fucili forniti da tempo dalla nobiltà milanese. Le figure più eminenti della città, provenienti da diverse estrazioni sociali ed ideologiche, si trovano a dover gestire insieme la situazione, si forma così un consiglio di guerra e dopo pochi giorni il governo provvisorio. L’obiettivo è scacciare lo straniero, occuparsi dei feriti e decidere il futuro della città e della regione.
I giocatori interpreteranno alcuni famosi membri delle assemblee decisionali rivoluzionarie e cercheranno di gestire la situazione bilanciandosi tra le necessità immediate e i propri ideali politico-sociali, che altro non sono se non le radici storiche di tutti gli attuali movimenti politici italiani.

Mi scuso in anticipo per aver scritto il pezzo successivo in maniera veramente antiestetica per qualunque lettore, in questo momento ho fretta e sono carente di ispirazione. Spero che possiate scusarmi e che riusciate a carpire il contenuto senza troppa fatica :wink:

Antecedenti:
Con la sconfitta di Napoleone, i moderati lombardi contrari alle idee rivoluzionarie garantirono all’Austria le terre che una volta le appartenevano e prestarono il loro appoggio nella Restaurazione, fu così dissolto il Regno d’Italia. Il governo austriaco, temendo che i mezzi appartenuti ai rivoluzionari potessero nuovamente essere riutilizzati da questi in futuro, sciolsero l’esercito italico piuttosto che assorbirlo nel proprio, eliminarono le fabbriche e le istituzioni che potevano essere utili in una guerra, misero personale austriaco a capo di ogni ente pubblico e applicarono la censura sui mezzi di divulgazione delle idee.
Sebbene il Lombardo-Veneto contenesse soltanto un ottavo di tutta la popolazione dell’impero asburgico, era molto produttivo, allora il governo decise di recuperare da esso ben un terzo di tutte le finanze pubbliche; con tasse così elevate sarebbe persino stato difficile per eventuali rivoluzionari tentare di accumulare rapidamente denaro al fine di armare la popolazione. Però questa situazione non piacque né ai nobili e borghesi moderati, i cui guadagni erano salassati dall’impero, né ai liberali che credevano nel progresso, reso impossibile dalla totale mancanza di fondi. I pochi anni anche coloro che avevano aiutato la Restaurazione si trovarono ad essere offesi dalla politica “colonialista” dell’Austria, fu così che verso il 1821 carbonari e massoni prepararono congiure e rivolte in tutta Italia. Non essendoci però, un esercito da contrapporre all’Austria, i carbonari lombardi si allearono con Carlo Alberto, nipote del Re di Sardegna, affinché prendesse possesso dell’esercito e con quello muovesse guerra all’impero asburgico per sottrargli la Lombardia e poi ottenere la corona del regno sardo con l’aiuto dei congiurati; ma Carlo Alberto divenne Re prima della congiura e, scoppiati i moti, non intervenne in aiuto dei rivoluzionari.
Nel 1846 fu eletto Papa, Pio IX, un cardinale italiano di idee liberali; la sua fama non fu smentita, intraprese subito numerose riforme atte a garantire maggiori libertà alla popolazione, e in tutta la penisola si diffuse l’idea di un Italia federale sotto il governo del Papa, allora l’Austria ordì una congiura per assassinare Pio IX e portò l’esercito ai confini della Romagna, ma nemmeno questa congiura riuscì, l’unico risultato fu di riempire il Lombardo-Veneto di soldati austriaci.
In quel periodo le finanze dell’impero austriaco erano sull’orlo della crisi, le tasse vennero alzate ulteriormente e la popolazione sempre più insofferente decise più volte di manifestare; ma mentre il governo prometteva da un lato prossime concessioni, dall’altro aizzava i soldati a soffocare qualunque pretesa. Le dimostrazioni aumentarono, si manifestò per qualunque motivo, ogni occasione di mostrare al governo il disprezzo degli italiani era buona. Nel luglio ’47 si manifestò in favore della nomina a Vescovo di Milano di un italiano, e ci furono scontri con la polizia; nel gennaio ’48 si decise di non fumare, poiché il tabacco era monopolio austriaco, e pure lì ci furono scontri e arresti: la politica austriaca intendeva impaurire la popolazione affinché non si ribellasse, e lo faceva con la repressione armata e le deportazioni improvvise. Ma questo sistema non faceva che irritare ulteriormente la popolazione, e le notizie continue di giorno in giorno di insurrezioni in tutta Europa caricavano gli animi, fin quando il 17 marzo arrivò la notizia che persino Vienna, la capitale dell’impero austriaco, si era ribellata e aveva ottenuto la libertà di stampa e le dimissioni del cancelliere Metternich; la sera stessa scattò la rivolta anche a Milano, i cittadini misero in strada mobili, carretti e tutto quello che trovavano per edificare delle barricate.
Il 18 marzo la folla si riversò al palazzo del governo, il giovane avvocato Enrico Cernuschi prese come prigioniero il vicegovernatore O’Donnell e lo obbligò all’abolizione della polizia e al trasferimento di tutti i poteri al Municipio. Il maresciallo Radetzky considerò questo atto illegittimo e dichiarò lo stato d’assedio iniziando realmente la battaglia per il controllo delle strade cittadine, a sera riuscì a invadere il Municipio ma lo trovò deserto.

Liberali
È la fazione più innovativa, solitamente di idee democratiche, vede in maniera positiva il cambiamento associandolo al progresso e al miglioramento delle condizioni. Esalta i diritti umani e aborrisce qualunque governo repressivo o che anche solo neghi le libertà, considerate inalienabili.

Moderati
È la fazione conservatrice, teme il cambiamento che potrebbe anche portare ad una situazione peggiore rispetto a quella attuale, specialmente quando a predicarlo ci sono facinorosi pronti a trascinare le folle. Quando i moderati non amano lo status quo, preferiscono riforme blande e graduali.

Avatar utente
soxor
Messaggi: 318
Iscritto il: ven set 01, 2006 18:13
Località: Rosignano Marittimo (LI)

Bello...

Messaggio da soxor » mer ott 31, 2007 11:27

Complimenti, sembra molto interessante, la riproposizione di un evento storico ed anche di un certo spessore..

:) :) :)
Soxor, Master & Player della squadra Ruolimpica dei Natural Born Player e consigliere dell'Associazione Ludica ArcaMentis.

http://www.arcamentis.org

Avatar utente
Marask
Messaggi: 195
Iscritto il: gio ott 27, 2005 22:41
Località: S.Lucia(PT)

Messaggio da Marask » mer ott 31, 2007 12:12

merita.Avendola playtestata dico soloc he, davvero, merita di essere giocata.Olte al fatto che Maeglin si è letto qualcosa conme 3-4 libri di storia sull'argomento e ha fatto ricerche per settimane e settimane arrivando a credere di vivere nel 1800 piuttosto che nel 2000^^
Non è morto ciò che in eterno può attendere

Avatar utente
Maeglin
Messaggi: 60
Iscritto il: mar ott 25, 2005 19:53

Messaggio da Maeglin » ven nov 02, 2007 21:47

Domattina masterizzerò l'evento, spero di essere riposato ed in buone condizioni psicofisiche :D

Avatar utente
Maeglin
Messaggi: 60
Iscritto il: mar ott 25, 2005 19:53

Messaggio da Maeglin » dom nov 04, 2007 19:31

Le condizioni mentali non erano le migliori che potessi auspicare, ma sembra che nessuno si sia accorto delle mie defaiance :lol:

GRAZIE A TUTTI I GIOCATORI CHE HANNO PARTECIPATO
E' stato veramente brutto fare la classifica, perché molti erano realmente sullo stesso livello (ormai dopo tanti anni ci influenziamo a vicenda :P )

GRAZIE A CHI HA ARBITRATO IL MIO EVENTO
che si è dimostrato Super-disponibile mentre il mal di testa lo incalzava, e le nostre urla non lo aiutavano di certo!

GRAZIE ANCHE A TUTTI GLI ALTRI
Staff, pubblico, aiutanti, ecc...

E scusatemi se alla premiazione avevo la faccia troppo seria, la stanchezza mi ha avvolto totalmente, mi auguro che mi lasci al più presto così da tornare a poter gioire con esuberanza e follia.

Avatar utente
Alarik
Messaggi: 11
Iscritto il: lun nov 05, 2007 11:11
Località: Vercelli

Messaggio da Alarik » lun nov 05, 2007 16:23

Grazie al Master che ci ha fatto rivivere le famose 5 giornate!
Ci siamo divertiti assai!!! 8) 8) 8)

Alarik
aka
Davide
aka
Conte Litta

Bloccato